Welfare

2015-03-26 14.21.52
  1. Over 55: decidere il proprio futuro

    cos’è

    L’avanzare dell’età porta a cambiamenti fisiologici, psicologici e motivazionali che hanno un impatto sulla nostra identità e sui nostri comportamenti.

    Per affrontare positivamente questo periodo è auspicabile operare delle scelte consapevoli che questa iniziativa si propone di facilitare.

     

    durante questo incontro di sensibilizzazione

    Comprenderemo insieme il fenomeno e le dinamiche dell’invecchiamento per sviluppare nuove percezioni su questo periodo della vita e stimolare in ognuno di noi riflessioni utili, al fine di scegliere con consapevolezza , come vogliamo vivere il nostro futuro.

    Ci saranno degli spazi di informazione scientifica interessanti per uscire da una visione negativa e stereotipata dell’invecchiamento.

     

    dopo questo incontro saremo in grado di

    • sviluppare consapevolezza dei freni soggettivi che limitano la possibilità di un invecchiamento di successo;
    • accedere a nuove percezioni e rappresentazioni dell’invecchiamento;
    • riflettere sulle conseguenze delle nostre scelte o non scelte;
    • stimolare decisioni ed azioni per un invecchiamento soddisfacente.

     

    a chi è rivolto

    A lavoratori tra i 50 e i 65 anni.

     

    durata

    1 giorno.

     

  2. I giovani incontrano il lavoro; una sfida tra desiderio e realtà

    Il fenomeno del difficile inserimento dei giovani nel mercato del lavoro è molto più marcato in Italia rispetto agli altri paesi europei. Il tasso di disoccupazione giovanile (fino a trent’anni) è più del doppio del tasso di disoccupazione complessivo.

    La crisi del mercato del lavoro giovanile ha dei forti impatti a livello sociale e psicologico: è cresciuta la quota di giovani che vivono ancora in famiglia e i tassi di fecondità rimangono tra i più bassi d’Europa. Cresce quindi la preoccupazione dei genitori, così come dei figli, per l’incertezza del futuro.

     

    una proposta di soluzione

    Before propone alle aziende e ai privati un’iniziativa dedicata ai figli che stanno entrando nel mondo del lavoro con il duplice obiettivo di:

    • sostenere la costruzione di un progetto professionale che coniughi le esigenze di mercato con i desideri dei giovani;
    • fornire strumenti concreti per muoversi nel mercato del lavoro.

    Questa iniziativa è promossa all’interno delle aziende a titolo di servizio per il welfare rivolto ai dipendenti ed è anche aperta ai privati.

     

    il progetto

    l’iniziativa è rivolta a gruppi misti di neodiplomati e neolaureati, sia figli di dipendenti che di privati che avranno a disposizione alcune importanti risorse:

    • diversa provenienza e professione dei genitori;
    • incontri individuali di coaching;
    • rete di coetanei che lavorano nel mondo;
    • incontri a tre con la famiglia e il giovane;
    • stage possibile presso le aziende aderenti.

    Il percorso è un mix equilibrato di strumenti di “visibilità”, con aspetti di consapevolezza dei propri deisderi, e un approccio realistico sulle potenzialità individuali rispetto al mercato.

     

    l’agenda

    1° incontro: 2 giornate

    Progettarsi tra desiderio e realtà

    • le rappresentazioni del mercato del lavoro;
    • i desideri e le aspettative sul futuro lavoro;
    • il progetto per il futuro;
    • il bilancio delle proprie capacità;
    • il networking: il riflesso di noi stessi/e;
    • le strategie di azione in concreto.

     

    2° incontro: 2 giornate

    Strumenti di marketing di se stessi

    • il mercato del lavoro italiano ed estero;
    • il personal branding;
    • le tecniche di ricerca del lavoro oltre il CV;
    • le reti;
    • il CV: come viene letto dai recruiter;
    • il colloquio di selezione.

     

  3. Il bilancio di vita: nutrire il proprio futuro

    cos’è

    Ognuno di noi si ritrova, in un certo momento della vita, a fare un bilancio di ciò che ha realizzato, che si traduce in una serie di domande su sé stessi/e, sul senso della vita. Questa riflessione , più o meno consapevole, genera in noi una fragilità legittima che aumenta la nostra sensibilità verso ciò che ci circonda. Questo porta, talvolta, a valutazioni errate del passato o fortemente influenzate dal giudizio degli altri, facendoci perdere la nostra centratura e capacità di guardare alle nostre esperienze con fierezza.

     

    durante questo laboratorio

    Apprenderemo a guardare il nostro bilancio di vita con occhi nuovi, per rilanciarci in modo progettuale verso il futuro. Lo faremo attraverso un viaggio nel passato e nel presente per costruire l’avvenire che vogliamo.

     

    dopo questo laboratorio saremo in grado di…

    • sviluppare consapevolezza dei messaggi della nostra storia;
    • identificare i fili conduttori che hanno caratterizzato la nostra vita;
    • raccontarsi in modo nuovo rispetto a ieri per riscoprire risorse individuali sopite;
    • appropriarsi di nuovi paradigmi sull’invecchiamento;
    • mobilitare nuova energia per il futuro.

     

    a chi è rivolto

    A lavoratori dai 45 anni in poi.

     

    durata

    3 giorni consecutivi.

     

  4. La progettualità negli anni post lavoro

    cos’è

    L’arrivo dell’età pensionistica porta con sé un grande cambiamento con tanto tempo a disposizione e con vissuti differenti che vanno dalla contentezza di poter fare qualsiasi attività, alla paura del vuoto.

    La grande sfida è, non solo di progettare i primi anni post lavoro, ma vedere oltre per mantenere alta la forza vitale anche in seguito.

     

    durante il laboratorio

    • vedremo insieme come riconoscere ed accogliere pienamente le esperienze che stanno per entrare nella nostra vita con l’arrivo dell’età pensionistica, il che vuol dire anche, saper concludere positivamente il proprio rapporto di lavoro;
    • comprenderemo come è importante mantenere alcuni interessi al fine di assicurarci una vitalità ed una soddisfazione, finalizzate a perseguire uno sviluppo completo della nostra persona;
    • Rimodelleremo le nostre attività quotidiane per una pienezza del nostro vivere e svilupperemo una nuova creatività.

     

    dopo il laboratorio sarò in grado di…

    • rivisitare il rapporto con il tempo al fine di evitare la routine e la noia;
    • rinnovare le relazioni con gli altri ( coppia, famiglia, amici) e svilupparne di nuove;
    • bisogni , valori, tenendo conto dei vincoli;
    • prenderci cura della nostra persona fisicamente, mentalmente, intellettualmente e psicologicamente.

     

    a chi è rivolto

    A lavoratori vicini alla pensione. Si consiglia di frequentare il laboratorio almeno 6 mesi prima della fine del rapporto lavorativo.

     

    durata

    2 gg consecutivi.